MENU ×
Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Quarta puntata: Gina e Fernando

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Quarta puntata: Gina e Fernando

Tutto avrei immaginato, ma mai questo. Io nuda con uno sconosciuto, per giunta cliente dell’albergo, rischio di essere licenziata perché? Perché lui mi ritragga? Ma che stupida. Certo una bella idea questa. Complimenti Fernà, complimenti davvero. Portarmela qui, davanti agli occhi miei, la cuginetta. E da dove sarebbe spuntata fuori questa cuginetta?  Ché....

Il mercatino delle cose rubate

Il mercatino delle cose rubate

L'albergheria e il suo mercatino dell'usato sono il prototipo del bordello palermitano, senza regole e senza bellezza I mercatini in genere sono belli e accoglienti. In Austria, in Valtellina e in Trentino a Natale allestiscono i mercatini di Natale più belli del mondo. Poi ci sono i mercati londinesi, con una numero sterminato di oggetti di antiquariato opportunamente....

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Terza puntata: Manchi

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Terza puntata: Manchi

Resterò qui ad aspettarti per contemplare le tue sempre cangianti forme   Sentirti a pochi passi, sapendo di non poterti avere, è strazio per me. Frutto proibito, moltiplicatore di desiderio e dolore d'astinenza. Esco che è appena giorno ed il profumo del pane caldo mi racconta di te. E non mi importano i tuoi tanti anni, tu resti bella, sinuosa come un nastro....

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Seconda puntata: Storia di una punta.

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Seconda puntata: Storia di una punta.

Avrei voluto avere la punta e non pensate si tratti di una indecente metafora di freudiana memoria. No, sareste del tutto fuori strada. Avrei voluto essere appuntita: naso appuntito, mento appuntito, seni appuntiti, ginocchia e gomiti appuntiti, dita dei piedi e delle mani elegantemente appuntite. Ma la natura matrigna non volle realizzare questo mio desiderio e mi fece palluzza, come amava....

Panca, panchetta, panchina

Panca, panchetta, panchina

Che cosa ci fa una panchina di ferro dentro un tunnel di cemento? Niente. Una panchina è priva di spazialità e di temporalità, può esistere indipendentemente dal contesto in cui è stata collocata. Può ospitare, aspettare che qualcuno si sieda senza che accada nulla di importante. In fondo ad ogni cosa sedersi su una panchina vale quanto stendere il....

Carica altre notizie