MENU ×
Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Ottava Puntata: Norma

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Ottava Puntata: Norma

Kaos e Norma, paradigmi, vite, ansie, stili a confronto. Ma la vita vince sempre Roma, 1956 Ore 8,30 : Tump, tump, tump, tump, tump Ore 13, 15: Tump…, tump …, tump …, tump… Il ritmo meno serrato delle timbrature sui francobolli della corrispondenza dovuto alla stanchezza è l’unica variante alla melodia che fa da sottofondo alle giornate di....

La generazione dei fari. Capo Gallo e Capo Zafferano e la disseminazione dei baci

La generazione dei fari. Capo Gallo e Capo Zafferano e la disseminazione dei baci

I Fari vanno usati per quello che sono, non dovete considerarli luoghi di consolidamento degli amori Capo Zafferano per gli adolescenti palermitani della mia generazione (1965-1970) rappresenta la sinapsi più rilevante delle prime esperienze sessuali, anche di quelle eventualmente mai sperimentate e solo immaginate, sotto il faro, in uno degli angoli murari semi abbandonati all’interno....

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Settima Puntata: Sentimi

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Settima Puntata: Sentimi

Sei tanto fragile e piena di paure, ma proprio questa no, non me l’hai contagiata. Io non lo sapevo di aver vissuto come una non vedente. Io non lo sapevo.  Colpo di tallone contro gamba della sedia. Di fretta, in corridoio. Bilancia, orologio e sveglia parlante. E adesso me ne chiedi ancora una; così, se ti dormo accanto, qualche altro soprassalto non me lo scanso quando ti....

Guardare Fuori

Guardare Fuori

I vantaggi della quarta età: non vieni percepito come un soggetto produttivo e non vieni misurato in ciò che fai. I miei nonni stavano ore ed ore affacciati a guardare la via, il cortile, la realtà con le sue anomalie. Lo sguardo gettato fuori, a partire da un bagaglio di esperienze di vita, caratterizza la maggior parte delle persone anziane. E' un 'fuori'....

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Sesta puntata: La figlia di Dio

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Sesta puntata: La figlia di Dio

E poi giunse il tempo in cui il Signore, guardando in giù dall’alto dei cieli, pensò dovesse mandare nuovamente suo figlio sulla terra. Troppi secoli erano trascorsi e troppe cose c’erano da aggiustare. Rimandare ancora era impossibile. A quel punto lo chiamò e lui, svogliatamente, si presentò al Padre attendendone i comandamenti. Lassù il tempo....

Carica altre notizie