MENU ×
Pozzanghera Day

Pozzanghera Day

Piove da Dicembre. L'anomalia riguarda il posto in cui ci troviamo. Siamo, infatti, a Palermo, una città progressivamente diventata piovosa, una specie di piccola Londra del sud. Nell'immaginario popolare, ad Aprile, Palermo si legava alla stagione dei gelati e delle granite, prodotti tipici che però in questa fase stentano a decollare, a vantaggio delle minestre che si....

Penna in buca. Rubrica a cura di Viviana Stiscia. Non sarò mai un’aquila

Penna in buca. Rubrica a cura di Viviana Stiscia. Non sarò mai un’aquila

Nota della redazione Il racconto breve, qui di seguito pubblicato, fa parte di una piccola collana esito di un laboratorio di scrittura creativa nato da un’idea di Giorgio D’Amato e tenutosi tra ottobre 2016 ed aprile 2017. Tema degli incontri il dolore e, più specificamente, il dolore delle pazienti fibromialgiche. La narrazione delle proprie esperienze  - in quanto....

Maledetta primavera

Maledetta primavera

Marzo può presagire giornate drammatiche, trascorse in uno stato catatonico sotto gli effetti degli antistaminici e col naso rosso, come quello dei clown. Quando arriva ogni anno la primavera tutti si innamorano del sole,  del vento leggero, dei colori, dei fiori e delle api. Io faccio parte della folta schiera degli allegici al polline. Io odio la primavera, odio il vento leggero....

Penna in Buca: Le dita del mio piede destro (Rubrica di Viviana Stiscia)

Penna in Buca: Le dita del mio piede destro (Rubrica di Viviana Stiscia)

Noi siamo LSU, Lavoratori Socialmente inUtili, come ben presto siamo stati etichettati da una popolazione troppo precipitosa nel giudicare.  Sono seduta già da dieci minuti a fissare il mio piede destro ponendomi una domanda stupida anche da confessare: perché le dita del piede sono cinque e non tre, non basterebbero l’alluce, il terzo e il quinto dito? Certo ci....

A te

A te

A te che, prima di dormire, preghi che mai la forza d’odiar ti manchi. A te che d’odio ti nutri e con un filo d’odio condisci il pane caldo. A te che d’odio ti copri nelle fredde notti d’inverno e smorzi la lampada ad odio prima di dormire. A te che al mattino la riaccendi perché il tuo tempo sia ricco di occasioni d’odio, tutte da cogliere in....

Carica altre notizie