MENU ×
Il Festival delle Filosofie non lascia indietro nessuno

Il Festival delle Filosofie non lascia indietro nessuno

Dal 5 Ottobre, a Palermo,  la seconda edizione di un appuntamento che dopo il successo dello scorso anno si arricchisce di incontri    Che Palermo possa essere considerata una città d’arte e una capitale culturale non vi è ombra di dubbio. L’incremento costante del flusso turistico è certificato ogni anno dai dati ufficiali forniti dalle....

Il lutto e le manifestazioni assordanti degli italiani

Il lutto e le manifestazioni assordanti degli italiani

L'elaborazione del lutto e l'esigenza di spettacolarizzare il proprio status sui social vince sul pudore e sul silenzio. La strumentalizzazione della notizia è diventata la notizia. Un carabiniere di 35 anni muore ammazzato con 11 coltellate e il fatto, cronaca nera, grave in sé, si trasforma in una serie di effetti e implicazioni alimentate dalle cordate di partito e....

Gigi D'Alessio e l'impegno antimafia

Gigi D'Alessio e l'impegno antimafia

C'è stato un tempo in cui il giornalismo avanzava dai fatti, si doveva far riferimento a quanto era accaduto, al punto che era stata inventata una regoletta che a partire dalla terza elementare era oggetto di insegnamento da parte delle maestre. Che poi, quella delle "cinque W", non è una semplice regola di base del giornalismo ma l'espressione di un principio logico, che regola la narrazione....

Anniversario della strage. Chi ci sarà e chi non ci sarà. Salutare o voltarsi dall'altra parte.

Anniversario della strage. Chi ci sarà e chi non ci sarà. Salutare o voltarsi dall'altra parte.

Salvini ha criminalizzato la solidarietà e conduce una battaglia quotidiana contro i luoghi della produzione della conoscenza e dell'impegno sui diritti di tutti. Questo errore gli impedirà di essere accolto a Palermo, nella data più importante della vita di questa città.   Come si fa a non salutare il ministro dentro l’aula bunker, un luogo simbolicamente forte, che non si presta ad....

La polarizzazione degli astani che si sono suicidati

La polarizzazione degli astani che si sono suicidati

I finti antifascisti e i finti fascisti popolano il web e fanno perdere tempo La polarizzazione a cui assistiamo ogni giorno sui social tra fascisti e antifascisti è interessante. I giornali di partito ci sguazzano perché possono soddisfare lo zoccolo duro dei loro lettori, lo zoccoletto nostalgico del vecchio modo di fare informazione, rimasto fedele all’acquisto del cartaceo nelle....

Carica altre notizie