MENU ×
La Marina di libri e il paradiso che non può attendere

La Marina di libri e il paradiso che non può attendere

L'Orto è una topica dell'animo umano, uno scaffale di sentimenti ed emozioni che si accendono durante la manifestazione dell'editoria indipendente

Da adulti raramente ci si immagina il Paradiso, un luogo che tra sensi di colpa e complessi di finitezza accompagna spesso invece i pensieri dei bambini e degli adolescenti. Mi piacerebbe assomigliasse all'Orto botanico, nel lungo week end in cui a Giugno di ogni anno si ospita la Marina di libri, la manifestazione palermitana promossa e organizzata dall'editoria indipendente.
Un appuntamento che giunto alla sua decima edizione è cresciuto oltre le aspettative, aggregando intorno al libro, alla scrittura, all'arte in generale ed alla lettura migliaia di persone.

IMMAGINE

La Marina di libri può essere considerata una delle migliori prassi che l'editoria indipendente abbia potuto realizzare in campo culturale, una sinergia di forze tra istituzioni, media, terzo settore e impresa che è raro registrare nella nostra realtà nazionale. Siccome sulla Marina di Libri trovate recensioni di ottima fattura, preferisco tornare all'idea del paradiso, di potere sostare per alcune ore, in un posto che gli assomigli.

Il paradiso che ho in mente oramai assomiglia sempre di più all'Orto Botanico durante Una Marina di Libri. La mia allergia ai pollini dovrebbe tenermi lontano da questo posti, da marzo a giugno, ma il paradiso non può attendere e va visitato anche imbottendosi di antistaminici e cortisone. Credo che il super-ministro non avrà nulla da ridire, che non ci sia nulla di censurabile e di male in tutto questo.

Perchè la Marina ha tanto successo? Il successo della manifestazione dipende, credo, anche dalla cornice in cui si è incastonata in maniera simbiotica negli ultimi anni. L'Orto botanico di Palermo è un luogo che non si può raccontare o semplicemente visitare, che va frequentato e vissuto come una topica privilegiata dell'animo umano. 

 IMMAGINE

Se dovesse esistere il Paradiso dovrebbe assomigliare alla Marina di libri all'Orto Botanico. Immagino che nel paradiso si trovino tutti gli editori indipendenti che fanno cose belle e diverse, che non ci sia necessità di arrabbattarsi con il carico della sofferenza imprenditoriale quotidiana. In questo paradiso incontri lettori, chiaccheri con gli autori dei loro progetti all'ombra del ficus, nelle piccole serre, alla fontana o nei pressi del pozzo arabo.

L'edizione 2019 appena conclusa è stata dedicata al tema dell'isola. In fondo questo piccolo paradiso è un'isola felice dentro l'isola più grande e dispersiva che è la Sicilia, luogo di sperimentazione ma anche di colonizzazione a vario titolo, dalle competizoni elettorali alle speculazioni edilizie, dai riconoscimenti dell'Unesco alle manifestazioni corali sulla legalità.  

IMMAGINE

Nell'Orto durante la Marina accade il miracolo di incontrare i migliori amici, bella gente, che sorride quasi sempre, felice e spensierata, incuriosita tra le presentazioni e gli stand, amante dei libri che vanno usati, annusati e toccati, che qui sì impolverano di terra battuta e, quest'anno, anche di scirocco. 

Testo e Foto di Carlo Baiamonte  -  Tutti i Diritti Riservati*