MENU ×

Memoria di un terremoto

Memoria di un terremoto

Fotografare immersi una domenica mattina nel territorio di Santa Ninfa a cinquant'anni dal terremoto che colpì la valle del Belice, per uno come me - nato solo un anno prima -,  è stata un'esperienza difficile. Sarebbe retorico sostenere che la memoria va considerata, come diciamo a scuola, una faccenda collettiva e che, indirettamente, siamo testimoni di quanto è avvenuto in passato. Anche....

Le Sigaraie perdute

Le Sigaraie perdute

L’archeologia industriale, a prescindere dai luoghi e dal tipo di edificio e architettura, ha sempre affascinato e gode di un riconoscimento che va oltre la determinazione economica e di consumo degli spazi. Foto di Giusy Tarantino In via Simone Gulì, a Palermo, nel quartiere Acquasanta, in un’ampia area chiusa tra i cantieri navali e il cimitero inglese sorgeva la....

Giornata Mondiale del piccione urbano

Giornata Mondiale del piccione urbano

Poco fortunata la prima edizione della 'Giornata Mondiale del piccione urbano' promossa a Palermo. Il maltempo ha rovinato la giornata più importante per un animale che oggi gode di una grande familiarità. Il piccione si è ben integrato gradualmente con il paesaggio urbano. La Giornata mondiale del piccione urbano é stata proclamata per l'8 Ottobre nell'ambito di una serie di iniziative....

Il Festival delle Filosofie non lascia indietro nessuno

Il Festival delle Filosofie non lascia indietro nessuno

Dal 5 Ottobre, a Palermo,  la seconda edizione di un appuntamento che dopo il successo dello scorso anno si arricchisce di incontri    Che Palermo possa essere considerata una città d’arte e una capitale culturale non vi è ombra di dubbio. L’incremento costante del flusso turistico è certificato ogni anno dai dati ufficiali forniti dalle....

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Matricidio letterario

Penna in Buca. Rubrica di Viviana Stiscia. Matricidio letterario

Come uccidere la propria maestra di scrittura creativa Non ci credevo affatto. Pensavo si trattasse di una battuta o di un fraintendimento. E’ vero, mi ero distratta un attimo, ma non poteva esser vera quella consegna: “Come uccidereste la vostra maestra di scrittura creativa”. Una donna mite, nella sua risoluta personalità, appena conosciuta da un improbabile gruppo....

Carica altre notizie